Bolletta 15mila euro: 88enne Imperia in rianimazione

Bolletta 15Mila Euro 88Enne I

Bolletta 15mila euro: 88enne Imperia in rianimazione - avvisatore.it

Donna in rianimazione dopo aver ricevuto una bolletta di 15mila euro

Un’88enne di Camporosso, Imperia, è stata ricoverata in rianimazione dopo aver ricevuto una bolletta di 15.339 euro dal gruppo Iren per il rifornimento idrico in casa. Secondo quanto riportato dal Il Secolo XIX, la donna, invalida, ha scoperto l’ammanco e si è sentita male. Attualmente, sta lottando tra la vita e la morte presso l’ospedale Borea di Sanremo.

Pagamento parziale della bolletta da parte della Banca di Caraglio

La Banca di Caraglio di Camporosso, autorizzata a coprire automaticamente le spese della donna, ha già pagato una parte della bolletta il 4 dicembre, versando 7.669 euro al gruppo Iren. Tuttavia, i familiari dell’88enne sostengono che l’importo della bolletta sia errato. Secondo loro, la donna avrebbe consumato solo una piccola quantità di acqua, per la quale avrebbe dovuto pagare al massimo 65 euro.

Familiari pronti a intraprendere azioni legali

Il fratello della donna si è recato personalmente all’ufficio Iren di Camporosso per segnalare l’errore nella bolletta. Ha confermato che l’importo riportato non corrisponde a quanto effettivamente consumato. La famiglia sta valutando se intraprendere azioni legali. In risposta alla situazione, Iren ha dichiarato: “Prenderemo subito contatti con la famiglia per verificare le motivazioni che hanno prodotto tale ammontare. Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto alla signora. Nel caso si dimostri che l’errore sia dovuto a Iren, non verserà proprio nulla. Cercheremo di comprendere come si è giunti a questa situazione”.

L’errore nella bolletta potrebbe avere conseguenze tragiche per la donna, che si trova in condizioni critiche. La famiglia è determinata a ottenere giustizia e a chiarire le ragioni di un importo così elevato. La vicenda solleva interrogativi sulla correttezza delle procedure di fatturazione e sulla responsabilità delle aziende nel garantire tariffe corrette e accessibili per i consumatori.