Crollo Firenze: Tecnici cantiere interrogati come testimoni

Crollo Firenze Tecnici Cantie

Crollo Firenze: Tecnici cantiere interrogati come testimoni - avvisatore.it

Indagini in corso sul crollo di Firenze: Tecnici interrogati come testimoni

Le indagini sul tragico crollo avvenuto a Firenze il 16 febbraio, che ha causato la morte di cinque persone e il ferimento di altre tre, stanno procedendo con gli interrogatori dei tecnici responsabili dei lavori sul luogo dell’incidente. Secondo fonti investigative, i tecnici sono stati sentiti dalla polizia giudiziaria come persone informate sui fatti, ovvero testimoni che forniscono le prime informazioni sull’accaduto. Questo fa parte dell’inchiesta avviata dalla procura fiorentina per omicidio plurimo colposo e disastro colposo legati al cedimento strutturale di via Mariti.

  • Gli interrogatori potrebbero coinvolgere ulteriori tecnici nel corso delle indagini.

  • I verbali dei tecnici già ascoltati sono raccolti dagli organi di polizia giudiziaria e dalla Asl Toscana Centro.

Possibili nuove perizie tecniche sull’incidente

I pubblici ministeri di Firenze incaricati dell’inchiesta sul crollo di via Mariti stanno valutando la possibilità di eseguire ulteriori perizie tecniche per approfondire le cause del cedimento strutturale. Tuttavia, prima di assegnare incarichi ai consulenti, sarà necessario del tempo. Una delle perizie si concentrerà sullo stato della trave che ha ceduto, provocando il crollo dei solai sottostanti e causando le vittime e i feriti. Secondo quanto emerso, le indagini tecniche potrebbero estendersi ad altri aspetti legati alle fasi di costruzione dell’edificio coinvolto nell’incidente.

  • Le perizie potrebbero coinvolgere diversi aspetti legati alla struttura dell’edificio.

  • Sarà necessario del tempo prima di avviare le perizie tecniche aggiuntive.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.