Drastico aumento dei suicidi nelle carceri italiane: una crisi umanitaria in crescita

Drastico Aumento Dei Suicidi Nelle Carceri Italiane: Una Crisi Umanitaria In Crescita Drastico Aumento Dei Suicidi Nelle Carceri Italiane: Una Crisi Umanitaria In Crescita
Drastico aumento dei suicidi nelle carceri italiane: una crisi umanitaria in crescita - Occhioche.it

Ultimo aggiornamento il 1 Luglio 2024 by Luisa Pizzardi

Una realtà allarmante

Il Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria, Gennarino De Fazio, lancia l’allarme: le carceri italiane stanno diventando luoghi di morte anziché di risocializzazione. L’ultimo episodio drammatico ha visto un giovane detenuto di soli 21 anni, proveniente dalla provincia di Salerno, decidere di porre fine alla sua vita impiccandosi nella cella della casa circondariale di Paola. Quest’ultimo tragico evento porta il numero totale di detenuti che si sono tolti la vita dall’inizio dell’anno a 49, ai quali vanno aggiunti anche 5 agenti penitenziari che hanno compiuto lo stesso gesto. Il Segretario De Fazio sottolinea l’inefficacia degli interventi tempestivi da parte della Polizia penitenziaria e dei sanitari di fronte a questa emergenza crescente.

Una situazione critica che richiede azioni immediate

De Fazio denuncia la situazione critica delle carceri italiane: sovraffollamento con 14.500 detenuti oltre la capienza massima, mancanza di personale con 18.000 posti vacanti nel Corpo di polizia penitenziaria e un numero inquietante di suicidi senza precedenti. Questa emergenza richiede, secondo il Segretario, la convocazione urgente di una riunione straordinaria del consiglio dei ministri per adottare misure immediate ed efficaci. De Fazio esorta a smettere di nascondersi dietro un politicamente corretto e affrontare con determinazione una situazione che sta assumendo proporzioni allarmanti.

Approfondimenti

    1. Gennarino De Fazio: È il Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria, l’organizzazione sindacale che rappresenta gli agenti penitenziari in Italia. De Fazio ha evidenziato il grave problema dei suicidi nelle carceri italiane e ha chiesto interventi immediati per affrontare l’emergenza.

    2. Salerno: È una città situata nel sud Italia, capoluogo dell’omonima provincia. Conosciuta per la sua storia millenaria e la bellezza del centro storico, Salerno è una delle città principali della regione Campania.
    3. Paola: È una città della provincia di Cosenza, in Calabria, situata lungo la costa tirrenica. La casa circondariale di Paola è una struttura penitenziaria che ha purtroppo visto l’ultimo episodio di suicidio di un detenuto di 21 anni.
    4. Corpo di Polizia Penitenziaria: È l’organo di polizia italiano responsabile della sorveglianza e della custodia dei detenuti all’interno delle carceri. Il Corpo di Polizia Penitenziaria è coinvolto nella gestione quotidiana delle istituzioni penitenziarie e svolge un ruolo importante per garantire la sicurezza e il controllo all’interno delle carceri.
    5. Suicidi nelle carceri italiane: Il numero crescente di suicidi tra i detenuti e il personale penitenziario rappresenta una grave emergenza all’interno del sistema carcerario italiano. Questo fenomeno evidenzia le condizioni difficili e il sovraffollamento delle carceri, nonché la necessità di interventi mirati per prevenire tali tragedie e migliorare le condizioni di detenzione.
    6. Riunione straordinaria del consiglio dei ministri: Una richiesta di convocazione urgente di una riunione del consiglio dei ministri indica che si riconosce la gravità dell’emergenza e la necessità di adottare provvedimenti immediati a livello governativo per affrontare il problema dei suicidi nelle carceri italiane.