La Festa Internazionale della Musica 2024 decolla negli aeroporti italiani: un’armonia di suoni e viaggi

La Festa Internazionale Della La Festa Internazionale Della
La Festa Internazionale della Musica 2024 decolla negli aeroporti italiani: un'armonia di suoni e viaggi - Occhioche.it

Ultimo aggiornamento il 13 Giugno 2024 by Giordana Bellante

Il 21 giugno, la musica farà da colonna sonora ai viaggi aerei in numerosi scali italiani, in occasione della Festa Internazionale della Musica 2024. Questa iniziativa, sostenuta dall’Ente nazionale per l’aviazione civile , mira a consolidare il legame tra il mondo musicale e il viaggio aereo, in una sinergia con le associazioni di categoria Assaeroporti e Aeroporti 2030 e con i gestori aeroportuali.

“La prima orchestra siamo noi: un concerto di voci e culture negli aeroporti”

Il tema scelto per quest’anno, “La prima orchestra siamo noi”, riflette l’idea di una comunità unita e variegata, dove ogni individuo contribuisce con la propria voce al concerto collettivo. Questa giornata speciale vedrà numerosi scali italiani trasformarsi in palcoscenici per iniziative ed esibizioni musicali, rivolte sia ai passeggeri che ai lavoratori del comparto. Il programma dettagliato delle manifestazioni sarà reso disponibile attraverso i canali informativi e social dell’Enac e delle società di gestione aeroportuali.

“Un repertorio musicale senza confini: dai classici alle hit popolari”

Il repertorio musicale proposto spazierà tra vari generi, offrendo un’ampia gamma di scelte per tutti i gusti. Dalla musica classica al jazz, dall’opera alle colonne sonore, dal pop al rock, dal country al reggae, fino alla canzone popolare e d’autore, ce ne sarà per tutti i gusti. Questa varietà di generi musicali riflette la diversità culturale dei viaggiatori che ogni giorno transitano negli aeroporti italiani.

“Un’armonia di aeroporti: da Alghero a Venezia, la musica unisce”

‘iniziativa ha raccolto l’adesione di numerosi aeroporti italiani, tra cui Alghero, Bergamo, Cagliari, Catania, Cuneo, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Pescara, Torino, Trapani e Trieste, associati ad Assaeroporti, e gli aeroporti Roma Fiumicino e Venezia, associati ad Aeroporti 2030.

Come sottolineato dal presidente dell’Enac Pierluigi Di Palma, il trasporto aereo e la musica rappresentano entrambi un ponte immateriale tra culture e popoli diversi. La Festa della Musica è un’esperienza collettiva che unisce artisti e pubblico, anche negli aeroporti, luoghi di contaminazione e integrazione per eccellenza.

Il direttore generale Enac Alessio Quaranta ha espresso il suo apprezzamento per questa iniziativa, ringraziando gli organizzatori, gli artisti e i lavoratori aeroportuali che contribuiscono all’efficienza e alla sicurezza del settore. Un augurio di buona Festa è rivolto anche ai viaggiatori, protagonisti consapevoli del messaggio universale e vitale della musica e del viaggio.