Le Associazioni Lgbtq+: Un Appello per il Coinvolgimento del Governo nella Disforia di Genere

Le Associazioni Lgbtq Un App

Le Associazioni Lgbtq+: Un Appello per il Coinvolgimento del Governo nella Disforia di Genere - Occhioche.it

Le associazioni e i collettivi di persone transgender esprimono la necessità di essere inclusi nel tavolo tecnico istituito dal governo per discutere della disforia di genere dei minori, in particolare riguardo all’uso della triptorelina, un farmaco bloccante della pubertà.

Richiesta di Coinvolgimento delle Associazioni

In una nota congiunta, le varie associazioni, tra cui il Movimento Identità Trans, Libellula, Acigay, e molte altre, lamentano la mancanza di consultazione con le realtà associative esperte nella salute delle persone transgender in merito alla formazione del tavolo tecnico governativo. Questa assenza di dialogo solleva preoccupazioni sull’efficacia e l’equità delle decisioni che potrebbero emergere dalla discussione sulla disforia di genere dei minori.

Importanza della Triptorelina nella Terapia dei Giovani Persone Trans

Basandosi su uno studio del 2016, le associazioni sottolineano l’importanza della terapia con triptorelina nel ridurre significativamente il rischio di suicidio tra i giovani transgender. Con una diminuzione fino al 70% delle possibilità di suicidio nelle persone trans sottoposte a questa terapia, emerge la necessità di garantire un accesso adeguato e consapevole a tali trattamenti.

Frustrazioni e Preoccupazioni delle Associazioni

Le associazioni firmatarie della nota condividono la frustrazione per la mancanza di coinvolgimento diretto nel tavolo tecnico governativo. Esprimono inoltre preoccupazione sul fatto che le decisioni prese possano essere influenzate da ideologie preconcette anziché dalle reali esigenze e prospettive delle persone transgender, in particolare dei minori.

Elenco delle Associazioni Coinvolte

Un’ampia gamma di associazioni, tra cui Movimento Identità Trans, Libellula, Casa delle donne Lucha y Siesta, ALFI – Associazione Lesbica Femminista Italiana, e molte altre, ha sottoscritto la nota congiunta. La vastità della partecipazione di queste organizzazioni evidenzia l’unità e la determinazione della comunità LGBTQ+ nel garantire una voce e una rappresentanza significative nelle decisioni che riguardano le questioni fondamentali della disforia di genere e della salute dei minori transgender.

In ultimo, l’appello delle associazioni transgender al governo italiano per un coinvolgimento più diretto e inclusivo nel tavolo tecnico sulla disforia di genere dei minori richiama l’importanza di considerare prospettive diversificate e competenze approfondite per garantire soluzioni inclusive e rispettose della dignità e dei diritti delle persone transgender.