Preoccupazione sindacale per i lavoratori Balocco nel caso Ferragni

Preoccupazione Sindacale Per I

Preoccupazione sindacale per i lavoratori Balocco nel caso Ferragni - avvisatore.it

Multa dell’Antitrust: preoccupazione per la Balocco e i lavoratori

La recente multa inflitta dall’Antitrust per la vicenda dei pandori ‘griffati’ da Chiara Ferragni ha sollevato preoccupazioni per la Balocco e i suoi dipendenti. Il segretario generale della Fai Cisl Cuneo, Antonio Bastardi, ha lanciato un appello affinché l’azienda non venga penalizzata, poiché ciò avrebbe conseguenze negative per tutti i lavoratori e per la città di Fossano, che riveste un ruolo socio-economico di rilievo nella provincia di Cuneo.

Il sindacato preferisce non commentare l’influencer e la sua campagna di comunicazione, ma sottolinea l’impegno della Balocco nel campo della beneficenza, senza pubblicizzare o dare risalto a tali iniziative. Secondo Bastardi, è preferibile che queste azioni rimangano nell’anonimato.

Tuttavia, la tempesta che si è abbattuta sull’azienda di Fossano e su Chiara Ferragni potrebbe avere ripercussioni sulle vendite di Balocco, soprattutto in un periodo strategico come quello che precede le festività. La multa è arrivata a una settimana dal Natale, quando le vendite sono già state effettuate, ma gli acquisti dell’ultimo momento sono comunque importanti. Il sindacalista si dice preoccupato per i dipendenti della Balocco, un’azienda di grande importanza per l’intera comunità di Fossano. Inoltre, sottolinea che l’azienda è sindacalizzata e ha una rappresentanza sindacale all’interno, impegnata nella contrattazione di secondo livello da anni.

Bastardi conclude affermando che il sindacato sostiene la città di Fossano e l’azienda, poiché ha sempre cercato di costruire relazioni sindacali solide anziché distruttive.

La Balocco e la sua campagna di beneficenza

La Balocco è un’azienda che da sempre si impegna nel campo della beneficenza, senza pubblicizzare o dare risalto a tali iniziative. Secondo il segretario generale della Fai Cisl Cuneo, Antonio Bastardi, è preferibile che queste azioni rimangano nell’anonimato. Nonostante la recente multa inflitta dall’Antitrust per la vicenda dei pandori ‘griffati’ da Chiara Ferragni, il sindacato preferisce non commentare l’influencer e la sua campagna di comunicazione.

Preoccupazioni per le vendite di Balocco

La multa dell’Antitrust ha sollevato preoccupazioni per le vendite di Balocco, soprattutto in un periodo strategico come quello che precede le festività. Nonostante le vendite siano state effettuate prima della multa, gli acquisti dell’ultimo momento sono comunque importanti. Il segretario generale della Fai Cisl Cuneo, Antonio Bastardi, si dice preoccupato per i dipendenti della Balocco e per l’importante ruolo che l’azienda riveste per la città di Fossano. Bastardi sottolinea che la Balocco è un’azienda sindacalizzata, con una rappresentanza sindacale interna e impegnata nella contrattazione di secondo livello da anni.