Processo in Ungheria: Ilaria Salis ammanettata a mani e piedi

Processo In Ungheria Ilaria S

Processo in Ungheria: Ilaria Salis ammanettata a mani e piedi - avvisatore.it

Processo a Budapest per l’insegnante italiana accusata di aggressione

La procura di Budapest ha richiesto undici anni di carcere per Ilaria Salis, l’insegnante italiana di 39 anni e militante antifascista, attualmente in prigione in Ungheria dal febbraio dello scorso anno. L’accusa nei confronti di Salis riguarda la sua partecipazione a scontri con neonazisti europei. Secondo quanto riportato dal sito del giornale ungherese Magyar Nemzet, l’insegnante è entrata in aula con le mani e i piedi ammanettati.

Appello di Tajani per il rispetto dei diritti

Il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, ha espresso la sua preoccupazione per la situazione di Ilaria Salis e ha chiesto al governo ungherese di garantire il rispetto dei diritti della cittadina italiana. Tajani ha sottolineato l’importanza di rispettare le normative comunitarie e ha scritto su un social media: “Chiediamo al governo ungherese di vigilare e di intervenire affinché vengano rispettati i diritti, previsti dalle normative comunitarie, della cittadina italiana Ilaria Salis detenuta in attesa di giudizio”.

La Commissione Europea pronta ad aiutare

Il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, ha dichiarato che la Commissione Europea è disponibile ad aiutare nel caso dell’insegnante italiana. Reynders ha sottolineato che la Commissione è pronta a intervenire nel quadro dei contatti che l’Italia potrebbe avere con l’Ungheria. Tuttavia, il commissario ha precisato di non essere a conoscenza dei dettagli specifici del caso Salis.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.