Protesta trattori: Lollobrigida annuncia emendamento Irpef

Protesta trattori: Lollobrigida annuncia emendamento Irpef - avvisatore.it

Incontro al Masaf tra il sottosegretario La Pietra e Riscatto agricolo

Si è svolto oggi un incontro di due ore al Masaf tra il sottosegretario Patrizio La Pietra e una delegazione del movimento Riscatto agricolo. Durante l’incontro, La Pietra ha sottolineato la necessità di un cambiamento nella politica agricola comunitaria, in modo da semplificare l’erogazione degli aiuti e evitare tagli finanziari. Ha inoltre dichiarato: “È il momento di dire basta alla vergogna degli aiuti per non produrre”.

Uno dei portavoce di Riscatto agricolo, Andrea Papa, ha definito l’incontro positivo e ha dichiarato che ora si attende l’ufficialità del ministero. Nel frattempo, il movimento continua il presidio di trattori su via Nomentana a Roma, in attesa che vengano rispettati gli impegni presi durante l’incontro con la delegazione.

Lavoro su un’altra proposta Irpef

Il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, ha annunciato di essere al lavoro su un’altra proposta Irpef insieme ai colleghi Giorgetti e Leo. L’obiettivo è garantire il sostegno al reddito degli imprenditori agricoli e l’abbattimento dei costi di produzione. Lollobrigida ha dichiarato: “Il sostegno al reddito dei più deboli e l’abbattimento dei costi di produzione, in un quadro di equità, restano la stella polare dell’esecutivo guidato da Giorgia Meloni”.

Il ministro ha risposto alle critiche del leader di Azione, Carlo Calenda, sottolineando che il Governo sta già facendo molto per il settore agricolo. Ha inoltre dichiarato che il Governo italiano valuta le proposte in base alla loro utilità per i nostri agricoltori, indipendentemente dalla collocazione parlamentare dei proponenti. Lollobrigida ha ringraziato Azione per i suggerimenti, ma ha ribadito che sosterrà solo le proposte che tutelano gli imprenditori agricoli.

Proteste degli agricoltori in diverse città italiane

Le proteste degli agricoltori e dei pastori continuano in diverse città italiane. A Cagliari, il presidio davanti al porto è stato prolungato fino al 26 febbraio. Gli agricoltori e i pastori sono pronti a marciare verso Bruxelles, dopo la sfilata davanti al Colosseo a Roma. Le richieste principali riguardano la fine dei vincoli imposti per favorire le importazioni e un maggiore valore dato all’agricoltura.

Le proteste si sono estese anche a Rimini e Palermo, causando disagi al traffico. Gli agricoltori sono determinati a far sentire la loro voce e a ottenere un cambiamento nelle politiche agricole.