Salvini collabora con Brigata Sassari per garantire sicurezza urbana

Salvini collabora con Brigata Sassari per garantire sicurezza urbana - avvisatore.it

La proposta di Matteo Salvini: coinvolgere la Brigata Sassari per ripristinare la sicurezza a Sassari

Il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, ha avanzato un’interessante proposta per ripristinare la sicurezza e la legalità nel centro storico di Sassari. Durante la sua visita in Sardegna per sostenere i candidati del Carroccio in vista delle elezioni regionali del 25 febbraio, Salvini ha espresso la sua intenzione di coinvolgere la Brigata Sassari per affrontare il problema dello spaccio gestito dalla mafia nigeriana.

“Ne parlerò con i ministri degli Interni e della Difesa, avere un orgoglio come la Brigata Sassari a poche centinaia di metri da una centrale dello spaccio gestita dalla mafia nigeriana è qualcosa di inaccettabile”, ha dichiarato Salvini. La Brigata Sassari è nota per le sue missioni di pace nel mondo e il vicepremier vuole sfruttare la loro esperienza per riportare la pace anche a Sassari.

La situazione attuale nel centro storico di Sassari

Durante la sua visita, Salvini ha potuto constatare di persona la situazione nel centro storico di Sassari. Ha fatto una passeggiata conoscitiva lungo le vie della parte più antica della città e ha potuto vedere come il problema dello spaccio stia influenzando la vita quotidiana dei cittadini. “Non è possibile che i negozi, le case, le scuole, i ragazzi e le ragazze non siano più liberi di vivere una parte della loro città”, ha affermato il vicepremier.

L’obiettivo di riportare la pace a Sassari

Salvini ha espresso la sua determinazione nel riportare la pace a Sassari e ha sottolineato l’importanza di coinvolgere la Brigata Sassari in questa missione. “Farò di tutto perché questi ragazzi, che sono un orgoglio per le missioni di pace nel mondo, possano portare un po’ di pace anche a Sassari”, ha dichiarato Salvini.

La proposta di coinvolgere la Brigata Sassari per ripristinare la sicurezza nel centro storico di Sassari potrebbe rappresentare un importante passo avanti nella lotta contro lo spaccio e la criminalità organizzata. Resta da vedere come si svilupperanno le discussioni tra Salvini, i ministri degli Interni e della Difesa e la Brigata Sassari. Tuttavia, l’iniziativa dimostra la volontà del governo di affrontare il problema e di garantire ai cittadini di Sassari la possibilità di vivere in un ambiente sicuro e libero.