Austin Butler corteggiato dalla Disney per il reboot di Pirati dei Caraibi: sfida all’ombra di Johnny Depp

Austin Butler Corteggiato Dall

Austin Butler corteggiato dalla Disney per il reboot di Pirati dei Caraibi: sfida all'ombra di Johnny Depp - Occhioche.it

Negli ultimi tempi, si sono rincorse voci insistenti sul fatto che la Disney sia interessata ad Austin Butler per il ruolo da protagonista nel reboot di una delle saghe cinematografiche più amate e di successo di sempre: Pirati dei Caraibi. In questo articolo, esploreremo le ragioni che rendono Butler il candidato ideale per questo ruolo, le sfide che dovrà affrontare e le incertezze che aleggiano sul progetto.

Un nuovo capitolo per la Ciurma di Sparrow: il reboot di Pirati dei Caraibi e i motivi per cui Austin Butler è la scelta perfetta

Negli ultimi anni, si è parlato molto della possibilità di realizzare una nuova versione delle avventure di Jack Sparrow e della sua ciurma. Il produttore Jerry Bruckheimer ha confermato che il progetto esiste ed è in fase di sviluppo, ma non sono ancora state prese decisioni definitive.

Per portare sul grande schermo una storia così iconica è necessario un attore di primo piano, capace di catturare l’immaginazione del pubblico e di reggere il confronto con il passato. Ecco perché il nome di Austin Butler circola con sempre maggiore insistenza tra gli addetti ai lavori.

Butler ha recentemente ottenuto una candidatura agli Oscar per la sua interpretazione di Elvis Presley nel film omonimo, e ha ricevuto ampi consensi da parte della critica per il suo ruolo in Dune – Parte due. Inoltre, è considerato un attore che “piace” al botteghino, e la sua relazione con la modella Kaia Gerber non fa che aumentare la sua popolarità.

La Disney, del resto, ha da tempo manifestato il desiderio di lavorare con Butler. Il suo nome era stato accostato alla versione live action di Hercules, tratto dal classico film di animazione, ma il progetto è ancora in alto mare e non ha ancora un protagonista.

‘eredità di Jack Sparrow: l’ombra di Johnny Depp e le sfide che attendono Austin Butler nel reboot di Pirati dei Caraibi

Costruire un progetto di Pirati dei Caraibi attorno ad Austin Butler non sarebbe impossibile. In passato, sono state scartate le versioni al femminile con Margot Robbie e Ayo Edebiri, ma il vero nodo da sciogliere rimane l’ingombrante ombra di Johnny Depp.

Depp, dopo aver risolto le sue questioni legali, si è ritirato in Europa e ha dichiarato di non avere più bisogno di Hollywood. Tuttavia, è indubbio che Hollywood, e in particolare la saga di Pirati dei Caraibi, abbiano ancora bisogno di lui. Il produttore Bruckheimer ha lasciato intendere che, in caso di disponibilità da parte di Depp, Disney sarebbe disposta a trattare per un suo ritorno, anche solo per un cameo.

È difficile, infatti, immaginare qualcun altro nei panni di Jack Sparrow, tanto amato e iconico. Anche nel caso di Butler, che ha dimostrato di saper interpretare con grande maestria un personaggio complesso come Elvis Presley, la sfida sarà ardua.

Non solo dovrà fare i conti con l’eredità di Depp, ma dovrà anche riuscire a dare un’interpretazione originale e convincente del personaggio, evitando di cadere nella mera imitazione. Inoltre, dovrà essere in grado di reggere il confronto con un cast di attori di grande talento, che hanno contribuito a rendere la saga di Pirati dei Caraibi un successo mondiale.

Mentre aspettiamo di sapere se Disney e Butler raggiungeranno un accordo per il reboot di Pirati dei Caraibi, l’attore è impegnato sul set di un nuovo film, The Bikeriders, in cui reciterà al fianco di Tom Hardy. La pellicola, ambientata negli Anni 60, racconta la storia di una gang di motociclisti di Chicago, reietti e pericolosi proprio come i pirati che solcano i mari. Chissà che questa nuova sfida non sia di buon auspicio per il futuro di Butler nei panni di un moderno Jack Sparrow.

Copyright © 2023 Occhioche.it | Tutti i diritti riservati. Giornale Online di Notizie di KTP.agency | Email: info@ktp.agency | Questo blog non è una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 | CoverNews by AF themes.