Il pediatra svela come risparmiare sul cibo senza compromettere la salute

Il Pediatra Svela Come Risparm

Il pediatra svela come risparmiare sul cibo senza compromettere la salute - avvisatore.it

Consigli di Italo Farnetani per affrontare il caro-spesa senza compromettere la salute

L’aumento dell’inflazione mette a dura prova le famiglie italiane, costrette a fare i conti con un crescente “caro-spesa” che spinge a fare scelte spesso condizionate dal portafoglio, con possibili ripercussioni sulla salute. Secondo il pediatra Italo Farnetani, in questo contesto di difficoltà economica, è importante fare attenzione a non compromettere la qualità dell’alimentazione dei bambini. “Se il costo della spesa aumenta, è comune cercare di risparmiare sui prodotti alimentari, ma questo può portare all’acquisto di cibi meno salutari, ricchi di grassi e contribuire a problemi di sovrappeso e obesità”, avverte il docente di pediatria dell’Università Ludes-United Campus of Malta.

Secondo Farnetani, è fondamentale mantenere una corretta alimentazione per garantire una crescita sana e armoniosa nei bambini. “È preferibile continuare ad acquistare i cibi abituali e cercare di risparmiare su altri prodotti, evitando di compromettere la qualità degli alimenti”, sottolinea il medico. Un consiglio importante è fare attenzione ai prodotti alimentari troppo economici, controllandone sempre l’origine e la qualità. “È possibile risparmiare in modo intelligente e mantenere un’alimentazione equilibrata per i bambini, ruotando in modo adeguato il menu proposto”, aggiunge Farnetani.

Strategie per risparmiare sulla spesa alimentare senza rinunciare alla salute

Il pediatra Italo Farnetani suggerisce alcune strategie per contenere la spesa alimentare senza compromettere la salute dei bambini. Una prima raccomandazione riguarda la scelta di carne e pesce: “È consigliabile far consumare ai bambini carne e pesce tre volte alla settimana, privilegiando la carne bianca per motivi economici e il pesce azzurro per i suoi benefici nutrizionali legati all’Omega 3”, spiega il medico. Un’altra opzione economica e nutriente sono le uova, che possono essere consumate dai bambini 2-3 volte a settimana. Infine, per soddisfare i gusti dei più piccoli, Farnetani consiglia di includere nella dieta pizza e crostate fatte in casa, che sono apprezzate dai bambini e rappresentano un’alternativa economica e salutare.

L’importanza del consumo di formaggi per la salute ossea dei bambini

Italo Farnetani sottolinea l’importanza del consumo di formaggi nella dieta dei bambini per garantire un adeguato apporto di calcio, fondamentale per la salute delle ossa durante la crescita. “I bambini dovrebbero consumare formaggi 3-4 volte a settimana, poiché rappresentano la principale fonte di calcio, essenziale per la formazione delle ossa nei primi 18 anni di vita”, afferma il pediatra. Farnetani avverte che una carenza di calcio durante l’infanzia e l’adolescenza può compromettere la salute delle ossa a lungo termine, sottolineando l’importanza di includere regolarmente formaggi nella dieta dei bambini per garantire una corretta crescita e prevenire futuri problemi di salute legati alle ossa.