San Valentino: ‘Cardiologie aperte’ dal 12 al 18 febbraio per proteggere il tuo cuore

San Valentino: 'Cardiologie aperte' dal 12 al 18 febbraio per proteggere il tuo cuore - avvisatore.it

Riparte l’iniziativa ‘Cardiologie aperte’ per la prevenzione delle malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari rimangono la principale causa di morte nel mondo, nonostante i progressi compiuti negli ultimi decenni nella diagnosi e nella cura. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione, la Fondazione per il Tuo cuore Hcf Onlus dei cardiologi ospedalieri italiani Anmco ha lanciato la 18esima edizione della campagna nazionale ‘Cardiologie aperte’. L’iniziativa si svolgerà dal 12 al 18 febbraio, coincidendo con la settimana di San Valentino, e mira a diffondere un messaggio forte e chiaro: ama il tuo cuore.

La Fondazione per il Tuo cuore, impegnata da oltre 20 anni nella ricerca e nella prevenzione cardiovascolare, metterà a disposizione dei cittadini il numero verde 800 05 22 33. I cittadini potranno chiamare gratuitamente tutti i giorni, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16, per porre domande, ottenere informazioni e chiarire dubbi. Saranno 600 i cardiologi Anmco delle strutture aderenti all’iniziativa che risponderanno alle chiamate, offrendo 1.300 ore di consulenza cardiologica gratuita. La campagna sarà attiva anche sui social media con l’hashtag #cardiologieaperte2024 e prevede anche screening cardiologici personalizzati gratuiti, dibattiti ed eventi di formazione presso alcune Cardiologie ospedaliere. Per conoscere il calendario delle attività e l’elenco delle strutture coinvolte, è possibile visitare il sito www.periltuocuore.it.

Secondo il presidente della Fondazione per il Tuo cuore dell’Anmco, Domenico Gabrielli, “la riduzione della mortalità e l’allungamento della vita media ci impongono oggi una riflessione attenta poiché giocano un ruolo importante anche nello sviluppo delle malattie legate all’invecchiamento. Le patologie cardiovascolari rappresentano la prima causa di ricovero ospedaliero, oltre che di mortalità, e sono tra le principali cause di invalidità. È quindi fondamentale sviluppare azioni concrete di prevenzione e promozione della salute del cuore”.

Gabrielli sottolinea che il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare dipende da fattori non modificabili come l’età, la familiarità e il sesso, ma esistono anche fattori di rischio modificabili su cui è possibile intervenire. Tra questi, l’ipertensione arteriosa, il diabete mellito, la dislipidemia, il fumo, l’obesità e la sedentarietà. Il presidente della Fondazione per il Tuo cuore consiglia uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata, l’attività fisica regolare e l’eliminazione del fumo e dell’alcol. “Scelte salutari che apportano grandi benefici dal concepimento alla vecchiaia”, afferma Gabrielli.

Arriva il Passaporto cardio oncologico per la prevenzione delle complicanze cardiache nei pazienti oncologici

La campagna ‘Cardiologie aperte 2024’ si concentrerà su diverse tematiche, tra cui la fibrillazione atriale, la cardioncologia, la cardiologia di genere, lo scompenso cardiaco e la prevenzione dei fattori di rischio modificabili. Inoltre, verrà introdotto un nuovo progetto chiamato ‘Passaporto cardio oncologico’. Si tratta di un fascicolo elettronico dedicato ai pazienti affetti da cancro, che ha l’obiettivo di valutare la salute cardiovascolare dei pazienti prima di iniziare le terapie e individuare eventuali complicanze cardiache causate dai trattamenti anticancro, anche a distanza di anni. Il Passaporto cardio oncologico garantirà il miglior trattamento oncologico per i pazienti con problemi cardiaci.

Secondo Domenico Gabrielli, il Passaporto cardio oncologico segnerà una svolta importante nella prevenzione delle complicanze cardiovascolari nei pazienti oncologici. “Gli effetti positivi ottenuti in termini di aumento della sopravvivenza e guarigione dei pazienti oncologici possono essere controbilanciati da effetti collaterali importanti, tra cui gli effetti cardiovascolari avversi”, afferma Gabrielli. La cardioncologia è una disciplina in pieno sviluppo dedicata alla prevenzione, diagnosi e trattamento delle complicanze cardiovascolari delle terapie antitumorali. Il Passaporto cardio oncologico garantirà un trattamento ottimale del tumore, riducendo al minimo il rischio di tossicità cardiovascolare.

Fabrizio Oliva, presidente dell’Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco), sottolinea l’importanza di un servizio di Cardioncologia tempestivo per consentire alle terapie anticancro di essere sicure e senza interruzioni. “La cardioncologia rappresenta la sfida del presente e del futuro per affrontare le malattie cardiovascolari e il cancro”, afferma Oliva. Il Passaporto cardio oncologico è un passo importante verso la salute dei cittadini, garantendo un trattamento cardiovascolare ottimizzato e alti tassi di completamento della terapia del cancro.

La campagna ‘Cardiologie aperte 2024’ e l’introduzione del Passaporto cardio oncologico rappresentano un impegno concreto nella prevenzione e nella cura delle malattie cardiovascolari. La Fondazione per il Tuo cuore Hcf Onlus e l’Anmco si dedicano da anni alla promozione della salute del cuore e alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione. La prevenzione è fondamentale per ridurre l’incidenza delle malattie cardiovascolari e migliorare la qualità della vita delle persone.