Addio per sempre alla carta igienica: dal 2026 costretti a pulirci così | La nuova regola è già operativa

Addio Per Sempre Carta Igienica Addio Per Sempre Carta Igienica
Addio per sempre alla carta igienica - Occhioche.it

Ultimo aggiornamento il 9 Aprile 2024 by Emiliano Belmonte

La carta igienica è stata una rivoluzione, ma adesso è giunto anche il suo momento. Bisogna passare ad altro e dire addio alle vecchie abitudini.

La carta igienica è un prodotto di prima necessità, comprata a pacchi insieme a tutte le altre utilities della casa, come ad esempio i detersivi, l’acqua e il pane. Si tratta di uno dei prodotti che mai può mancare, poiché è grazie a questo che ogni giorno vengono garantite igiene e pulizia.

Infatti, la carta igienica ha una storia piuttosto bizzarra, per quanti non ne conoscano le origini. Anticamente, non si era soliti usare questi sottili strati di carta lavorati per pulire le proprie parti intime dopo aver utilizzato il wc. A seconda del luogo in cui ci si trovava, si poteva usare un panno, talvolta condiviso da più persone. Una volta sporcato nella sua totalità, veniva lavato.

Questa procedura è continuata a lungo, soprattutto in Italia. Solo grazie al boom economico degli ’50 l’invenzione della carta è giunta sulle sponde del Belpaese, diventando il prodotto necessario che tutti conoscono ormai. Tuttavia, a dispetto di ciò che si potrebbe pensare, la carta igienica ha un’origine molto antica.

Il suo atto di nascita è ufficialmente il 1850, ben un secolo prima dell’avvento in Italia. A inventarla è stato Joseph Gayetty, un individuo di New York. Il nome con cui era conosciuta la carta igienica fu per molto tempo “Medicated Paper”, ossia, letteralmente, carta da medicazione.

L’evoluzione della carta igienica

La prima carta igienica presente nel mondo, però, non aveva le sembianze del rotolo da tutti conosciuto e su cui il mondo del web ha realizzato meme. La carta igienica originaria era contenuta in una scatola rettangolare. Il rotolo è giunto solo anni e anni dopo, quando le aziende dell’epoca industriale hanno reso propria la sua produzione.

Con il passare degli anni, la carta igienica è diventata sempre più richiesta. Perciò la sua lavorazione è stata al passo con i tempi: oggi un rotolo di carta igienica è formato da acqua, cellulosa e additivi, tutti elementi che vengono pressati, essiccati e lavorati. A questi vengono aggiunti olii essenziali che la rendono profumata.

Carta Igienica
Rotolo Di Carta Igienica Finita – Occhioche.it

Addio alla carta igienica

Amber Allen è una youtuber che, parecchio tempo fa, ha proposto una modalità alternativa di pulizia delle parti intime: sostituire la carta igienica con gli asciugamani o con abiti vecchi inutilizzati. Allen ha anche aggiunto che è possibile usare salviettine in tessuto.

Una volta utilizzati i panni in questione, è necessario tenerli per qualche giorno in ammollo, in modo tale che lo sporco si secchi in acqua. Solo allora è utile lavarli. Il tutto è stato pensato per abbattere i costi ambientali che gravano sulle spalle del pianeta tramite l’abbattimento di alberi e l’inquinamento per la produzione massificata del prodotto.

Leggi anche: L’italia è il primo produttore di carta igienica in europa